Il Ritorno dello Scrondo è su FlopTV!

Luca Argentero ha scongelato per FlopTV lo Scrondo, il personaggio televisivo degli anni ‘80 inventato da Stefano Disegni.

Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Italia 2012, Il Ritorno dello Scrondo è su FlopTV e ce lo racconta Stefano Disegni che - in collaborazione con la Nuct e con l'aiuto di Luca Argentero - ha scongelato la sua creazione - lo Scrondo - il personaggio televisivo degli anni ‘80.

"Era un normale appalto di ristrutturazione di un immobile, una Banca del Seme una volta fiorente e molto frequentata, poi fallita e abbandonata. L’impresa edile aveva vinto l’appalto regolarmente, come sempre in Italia, una mazzetta all’assessore, una al consigliere, una alla segretaria del consigliere, una all’impiegato del catasto, giù giù fino al vigile per il parcheggio delle ruspe. Una giornata di lavoro qualsiasi, insomma, fatta di gesti mille volte ripetuti, per un ingegnere sensibile al rispetto dell’ambiente, un capomastro attento al rispetto dell’orario di lavoro, e due lavoratori edili extracomunitari, ovviamente al nero. Era un normale appalto di ristrutturazione, finché non accade qualcosa che trasformerà una ordinaria routine edilizia in un incredibile evento, una straordinaria manifestazione destinata a destare enorme scalpore nel Paese e profonda commozione nell’ingegnere. Lui, quell’inquietante, spaventoso qualcosa riemerso dal suo subconscio più traumatico e sepolto, lo conosce bene, sa di cosa si tratta, sa che nessuno potrà fermarlo. Gli anni sembrano passati invano, la creatura è fuori, di nuovo sulle sue gambe, in giro per la città, nel nostro tempo...".

Lo Scrondo, animaletto dissacrante e malefico, interpretato dall'attore Ilvano Spano era un rockettaro di borgata con le sembianze di un Gremlin (solo che lo Scrondo nacque un anno e mezzo prima, pertanto erano i Gremlins a somigliare a lui), ossia una creatura verde, bassa, con la coda, le orecchie a punta, con un grosso orecchino e i capelli biondi.

Lo Scrondo aveva un inconfondibile accento romanesco e tutti coloro che hanno vissuto gli anni '80 lo ricordano con affetto e se la ridono. Esperimento televisivo destinato a lasciare il segno nella storia del piccolo schermo lo Scrondo fustigava il marcio della TV italiana. Lo Scrondo era famoso per il suo comportamento volgare, quanto giusto. Attaccare con atteggiamenti scurrili i personaggi tv più in voga del momento fra cui Pippo Baudo, Gianni Ippoliti o il corvo Rockfeller o l’Ape Maia, era il massimo divertimento di questa inquietante creatura verde.

Lo Scrondo, inventato da Stefano Disegni, apparve inizialmente sulla rivista Tuttifrutti. Poi fu sui primi numeri di Cattivik, nell'inserto comico Carta sprecata – curato da Disegni e Caviglia - e nella trasmissione Matrioska che proprio per colpa dello Scrondo e di una Moana Pozzi completamente nuda rischiò di essere chiusa prima ancora di cominciare. Successivamente, in seguito all’ostinazione di Antonio Ricci, il programma sopravvisse col nome L'araba fenice, lanciando lo Scrondo come trasgressivo divo del piccolo schermo.

Dall’autunno del 1988 a oggi, dalla televisione di vent’anni fa al web odierno, lui non è cambiato e, sempre più politicamente scorretto, è tornato a parlare e a far parlare di sé. Scrondo - ingestibile e anarchico come prima - il personaggio tv più brutto di tutti i tempi, ma forse tra i più rimpianti, per la sua schiettezza, comicità e capacità di anticipare le tendenze, è di nuovo uno di noi, grazie a Luca Argentero, l'ingegnere che lo ha scongelato in questa puntata pilota de , un’opportunità per FlopTV di far rivivere ai suoi fan un simbolo dell’onestà intellettuale, un paladino della TV che, con la stessa grinta di prima, torna in strada, verde e a piede libero. E saranno di nuovo guai.

Sfoglia la GALLERY con i i disegni di Disegni: Stefano Disegni e lo Scrondo
Guarda il Ritorno dello Scrondo, solo su FlopTV
Senti Scrondo Rules la title track by La Ruggine feat
Segui #loscrondo su Twitter e su Facebook

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #Luca Argentero

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV