Vizi e Virtù di Davide Di Porto narrati dalla sua compagna

Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Davide Di Porto, coatto romano istruttore di fitness (su Youtube potete trovare molti video on le sue performances) e Nip più amato dell’Isola dei Famosi, prima di sbarcare in Nicaragua ha avuto una vita ricca di esperienze difficili che lo hanno aiutato a formarsi il carattere – e il fisico. A rivelarne la storia faticosa e problematica è la sua attuale compagna, Ida Petrolli, al settimanale Visto.
A partire dal loro incontro, poco dopo che Davide aveva avuto un figlio da un’altra donna (che “però pretendeva sicurezze: una casa, stipendio fisso”… Chissà perchè, con un bambino da tirare su), la Petrolli rivela che la passione per la palestra è giunta con lei, dando al naufrago un modo per iniziare una nuova vita. Da allora, nuovi sogni e aspettative, concentratisi da ultimo nella partecipazione all’Isola dei Famosi: Davide sembra credere molto in questa possibilità, anche se le finalità continuano ad apparire piuttosto nebulose.

 Le minacce femminili dell’Isola sembrano non spaventare troppo la compagna, che afferma di non credere ai pettegolezzi e di aver fiducia nell’uomo che ama e che conosce meglio di chiunque altro. Come già hanno fatto gli amici ospiti in studio del reality show di Rai Due, la donna si sofferma molto sul carattere tenere e dolce di Davide, soprattutto nei confronti dei figli. Se sull’Isola Davide appare sempre rude e legato, è perchè in realtà è un timidone e l’unico consiglio che Ida si sente di dargli è di sorridere un po’ di più, dato che anche lei crede molto nell’esperienza del reality e desidera fortemente che Davide rimanga il più a lungo possibile. 

Il quadro del muscoloso Non Famoso continua dunque a delinearsi, e ormai l’idea che sembra venirci offerta è quella di un eroe della nostra epoca, un vero uomo che ne ha passate tante e in qualche modo è riuscito, con grandi perdite e sacrifici, a cavarsela e a trovare un posto al sole - sull’Isola. Sarà vero?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV