Mouse roventi

Topolino non avrà la copertina dedicata a Charlie-Hebdo

L'ipotesi di una copertina di Topolino dedicata a Charlie-Hebdo si era quasi concretizzata. Poi la Panini ha fatto dietrofront ed è subentrato un "anonimo" Pippo reporter.

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Copertina di Topolino dedicata a Charlie-Hebdo

Raramente un settimanale di fumetti come Topolino tocca la cronaca e l'attualità del "mondo reale". Per il numero in edicola domani, mercoledì 4 febbraio, forse la casa editrice Panini avrebbe fatto un'eccezione.
Dopo tutto la causa da sostenere, quella di Charlie-Hebdo, era ed è eccezionale, quindi l'idea di una copertina speciale pro rivista francese era pienamente sostenibile.

E invece no. Con una mossa all'ultimo momento, infatti, la Panini Comics ha cambiato la copertina con una più "neutra": invece dei famosi personaggi Disney - Topolino e Paperino in primisi - con le matite verso il cielo, sul settimanale è apparso Pippo in versione reporter.

La copertina pro Charlie Hebdo di Topolino

E pensare che la copertina qui sopra, disegnata da Stefano Turconi, era stata mostrata anche sulla pagina Facebook ufficiale di Topolino già la settimana scorsa. La cosa aveva suscitato diverse reazioni, plauso ma anche dibattiti e polemiche.
Panini, dunque, ha deciso di tagliare la testa al toro eliminando la copertina, in favore di questa:

Copertina di Topolino del 4 febbraio 2015

Ma perché Panini ha scelto la sostituzione? Lo spiega la stessa casa editrice con un comunicato stampa:

La copertina del settimanale Topolino, circolata in questi giorni in Rete sui principali siti di informazione e attribuita all'uscita n.3089 del 4 febbraio 2015, non corrisponde all'immagine definitiva selezionata tra una serie di creatività preparata all'uopo di cui l'immagine divulgata faceva parte. Il numero in oggetto, infatti, si presenterà nelle edicole con una creatività differente. La scelta di non pubblicare la creatività erroneamente circolarizzata è stata determinata dalle modalità di utilizzo dei personaggi del settimanale.

Insomma, il settimanale sembra voler evitare di politicizzare i famosi personaggi Disney, mantenendoli in una sorta di limbo indifferente alla realtà dove le storie vengono poi fruite. Il che è una scelta che si può o meno condividere.

Sui social network, intanto, ci si chiede che fine abbia fatto la cover di Turconi che, politicizzata o no, era piaciuta a moltissimi lettori.

Cosa ne pensi della scelta di Panini? Avresti tenuto la più coraggiosa copertina pro Charlie-Hebdo?
Dicci la tua nei commenti qui sotto!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV