Mouse roventi

In Olanda sorge il primo Palazzo delle Emoji

Un architetto olandese ha realizzato un palazzo usando le emoji come decorazioni della facciata. I simpatici simboli sono stati usati perché rappresentano il ventunesimo secolo.

Simone  Dargenio Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Due emoji sulla facciata

Possiamo dire che le emoji, le famose faccine usate in WhatsApp (e in altre applicazioni di messaggi istantanei) siano un elemento caratterizzante del ventunesimo secolo?

Secondo qualcuno sì! Uno fra tutti è Changiz Tehrani, architetto che vive in Olanda

Il nostro amico ha quindi ideato un palazzo decorato sulla facciata proprio con le emoji e lo ha realizzato nella cittadina olandese di Amersfoort. Le emoji utilizzate per la decorazione del palazzo non sono dei semplici disegni, bensì veri e propri calchi nella pietra, ottenuti grazie alla stampa 3D.

L'architetto olandese Tehrani con i calchi delle emoji

Di una cosa siamo assolutamente certi: passeggiare davanti al palazzo regalerà tanta gioia ai cittadini di Amersfoort.

Vista del palazzo delle emoji olandese

In un'intervista, Tehrani ha spiegato la sua idea:

Nell'architettura classica si usava decorare gli edifici con teste dei vari re, per ricordare l'epoca in cui sono stati costruiti. Così ho pensato di mettere qualcosa che tra 10 o 20 anni potesse far pensare alla gente a quale periodo questo palazzo è ispirato, e le emoji sono chiaramente l'icona dei nostri tempi.

Non possiamo che essere d'accordo con lui: in fondo le 22 faccine che salutano i passanti saranno riconosciute anche tra 100 anni, no?

La facciata del palazzo

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV