Mouse roventi

George R. R. Martin ha capito come ucciderà un personaggio di Game of Thrones

L'aria della Germania ha ispirato cose cattive a George R. R. Martin: l'autore ha capito come morirà nei libri di Game of Thrones un altro personaggio.

FlopTV Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

George R. R. Martin uccide i suoi personaggi in una fanart

A George R. R. Martin uccidere piace sempre di più.

E, come se ce ne fosse bisogno, adesso i suoi viaggi in Europa hanno cominciato a ispirargli nuovi e ardimentosi crimini da inserire in Game of Thrones.

Winter is Coming ci riporta la notizia che, mentre l'autore si trovava ad Amburgo per un incontro coi fans, l'uomo è stato colto da un nuovo raptus omicida.

Dopo aver letto al pubblico un capitolo del suo prossimo libro, ha dichiarato:

C'è questo personaggio che ho sempre saputo sarebbe morto. Dal momento in cui è comparso ho sempre saputo che sarebbe morto. Ma non sapevo come sarebbe morto. Da ieri sera, lo so. Forse è stata Amburgo, non ne ho idea.

All'inizio, si era pensato che il personaggio in questione potesse essere una donna. In realtà non sarebbe così.

La dichiarazione di Martin è stata fatta in lingua tedesca e l'autore ha utilizzato dei pronomi di genere neutrale. Il prossimo condannato, quindi, potrebbe essere sia uomo che donna.

George R. R. Martin ha capito come morirà un personaggio di Game of Thrones

Non ci rimane che speculare anche su questa morte che potrebbe arrivare nel prossimo libro... o magari anche più tardi. George non ha lasciato dichiarazioni più precise sulla fine appena decisa.

Le prime speculazioni prendono in considerazione una leggenda locale di Amburgo legata alla triste fine del pirata Klaus Störtebecker. La storia che potrebbe essere arrivata all'orecchio di Martin mentre riposava nella sua camera d'albergo.
Ovviamente ancora nulla è certo.

Insomma: non facciamo in tempo a riprenderci da una terribile morte, che subito lui è pronto a rincarare la dose.

Stai uccidendo anche noi, George!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV