Mouse roventi

Friday 13th: The Game, parte la campagna Kickstarter da 700mila dollari

Gun Media e Illfonic lanciano la campagna Kickstarter Friday 13th: 700mila dollari per realizzare il videogame tratto dall'omonima saga cinematografica.

Carmelo Traina Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Jason Voorhees, il celebre serial killer di Friday 13th

Gun Media e Illfonic, due nomi ormai grossi nel mercato del gaming, sono i due capofila di una campagna Kickstarter davvero ambiziosa: Friday 13th: The Game, un titolo multiplayer ispirato alla saga cinematografica di Venerdì 13.

L’idea è quella di permettere ai videogamers di ritrovarsi direttamente al campeggio Camp Crystal Lake, dove la saga è ambientata, e lì poter vestire o i panni di uno dei più celebri serial killer mai creati, Jason Voorhees, o quelli di una delle sette prede che devono provare ad ucciderlo o a fuggire dal campo.

Appare chiaro che tra le due scelte quella estremamente più invogliante è proprio quella di essere il killer, piuttosto che la preda, dato anche il tragico finale del film. E, su questo desiderio d’essere carnefici per qualche ora, puntano anche gli stessi sviluppatori (“TU potrai essere Jason, ripetilo, TU POTRAI ESSERE JASON!”) che ci tengono anche a sottolineare le giuste dosi di violenza che caratterizzeranno il videogame:

I fan della serie di film "Venerdì 13 " sanno che quando si tratta di Jason Voorhees, violenza, sangue e scene di nudo non sono solo concetti che posso essere considerati: sono necessità.  Tutti noi infatti vogliamo essere certi che questo gioco possa offrire lo stesso tipo di divertimento, di panico e di creatività nelle uccisioni per cui la stessa saga è nota e non vogliamo di certo rischiare di dover raccontare la nostra storia con il vincolo Teen [13+] [Contenuto adatto ad età 13 anni, n.d.r.]. Non lo vogliamo davvero. Voi non lo volete.

La cifra richiesta è di ben 700mila dollari, di cui 240mila già raccolti in meno di 24 ore dal lancio, avvenuto, per giuste regole di marketing, il 13 ottobre. E il team presentato, disposto a mettersi all’opera per la realizzazione, fa davvero drizzare i capelli: tra tutti basta citare il guru assoluto degli effetti speciali Tom Savini, il compositore Harry Manfredini e addirittura il regista della pellicola originale Sean S. Cunningham.

Insomma, se siete curiosi o anche vogliosi di contribuire al raggiungimento dell’obbiettivo questa è la pagina della campagna, con i vari stretch goals e dettagli del gioco. Noi nell’attesa incrociamo le dita e prepariamo la maschera da hockey.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV