Mouse roventi

È uscito il nuovo libro di George R.R. Martin: The World of Ice & Fire

Oggi esce il nuovo libro di George R.R. Martin che, però, non è il prossimo capito delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. È un prequel illustrato (che compreremo comunque).

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

George R.R. Martin

Ci siamo, oggi esce il nuovo libro di George R.R. Martin che, però, non è il tanto atteso The winds of winter. Il volume in questione, di cui vi avevamo già parlato, si intitola The World of Ice & Fire ed è un prequel degli avvenimenti descritti nella saga delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Come detto, il libro narra la storia di Westeros prima della storia di Cersei, Jaime, Tyrion, Ned Stark e compagni. È una specie di enciclopedia sul continente di fantasia in cui si muovono i personaggi che tutti conosciamo, un appendice perfetta per i libri delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. In più, parole dello stesso Martin, lo stile di scrittura è quello dei Maestri della Cittadella, giusto per essere coerenti.

LEGGI ANCHE: Un nuovo libro di Game of Thrones in uscita ad ottobre

Ad ogni modo sappiate che The World of Ice & Fire non offre spoiler o punti di vista alternativi alla saga, tuttavia farà chiarezza su alcuni punti. Ah, il libro contiene anche delle splendide illustrazioni che, secondo Martin, rappresentano perfettamente alcuni luoghi iconici delle Cronache.
Perché la scenografia della serie è stupenda, è vero, ma non rispecchia appieno come lo scrittore ha immaginato Westeros.

Ad esempio, ecco come dovrebbe essere il Trono di Spade:

 
Il Trono di Spade come se lo immagina George R.R. Martin

E qui sotto trovate Grande Inverno, la Fortezza Rossa, il Castello Nero e Roccia del Drago:

Illustrazione di Grande Inverno

Illustrazione della Fortezza Rossa

Illustrazione del Castello Nero

Illustrazione di Roccia del Drago

LEGGI ANCHE: Game of Thrones: un libro-guida pop-up di Westeros

Abbiamo anche dei nuovi dettagli su cosa potremo attenderci nei prossimi libri:

  • Maggiori novità su Hodor
  • Il personaggio di Stannis Baratheon è ispirato Tiberio Giulio Cesare Augusto
  • Ci sono delle incorerenze, ammesse dall'autore, nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (il colore degli occhi di alcuni personaggi e cose del genere), anche in come vengono ricordati alcuni avvenimenti
  • Le storie riguardanti la religione si ispirano più ad eventi passati che ad eventi presenti
  • Drogon potrebbe battere Smaug? No, ma Balerion potrebbe avere qualche possibilità in più
  • Se Martin dovesse scegliere un motto per la sua casata sarebbe: "Scadenza? Quale scadenza?"

 

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV