Mouse roventi

È ufficiale, molto presto il Ghibli Park sarà realtà!

Il 2020 sarà un anno memorabile per gli amanti di Hayao Miyazaki. È di pochi giorni fa l'annuncio che presto in Giappone sorgerà il nuovo parco a tema interamente dedicato ai capolavori della famosa casa d'animazione.
Satsuki e Mei in una scena de Il mio vicino Totoro

Pochi giorni fa, il produttore Toshio Suzuki e il governatore della prefettura di Aichi, Hideaki Ōmura, hanno confermato che il nuovo Ghibli Park sorgerà all’interno dell’Aichi Expo Park, spazio inaugurato nel 2005 in occasione dell’esposizione universale, su un’area di ben 200 ettari di terreno.

Il parco andrà ad affiancare idealmente il Museo Ghibli, voluto fortemente dallo stesso Miyazaki nel 2001 a Mitaka, sobborgo ad ovest di Tokyo. Anche se il Ghibli Park dovrebbe essere molto diverso dalla Ghibli Land che si era divertito a immaginare l'artista giapponese Takumi qualche anno fa, siamo sicuri che non ci deluderà!

Studio d’animazione e prefettura hanno inoltre annunciato che la costruzione del parco non comporterà alcun danno per alberi e piante già presenti nell’area e che tutto avverrà nel pieno rispetto dell’ambiente. Questo, in perfetta linea con l’idea fondativa dello Studio Ghibli che, grazie al suo padre spirituale Miyazaki e a tutti i collaboratori che negli anni vi hanno lavorato, ha sempre provato a riflettere in maniera molto critica sul rapporto fra le attività umane e la natura.

Tra le principali attrazioni dell’Expo 2005, con tema “La saggezza della natura”, vi era già una ricostruzione della casa di Satsuki e Mei, le sorelline protagoniste di uno dei film più famosi di Miyazaki, Il mio vicino Totoro, che sorgeva all’interno della Forest Experience Zone. Questa riproduzione era stata una della principali attrazioni dell’esposizione, tanto da convincere gli organizzatori a tenerla aperta fino al 2015.

La ricostruzione della casa di Satsuki e Mei all’interno dell’Aichi Expo Park
La ricostruzione della casa di Satsuki e Mei all’interno dell’Aichi Expo Park

La Satsuki and Mei’s house sarà molto probabilmente il punto di partenza per il nuovo parco, che dovrebbe contenere tante altre ricostruzioni ispirate a film come Principessa Mononoke, Ponyo sulla scogliera passando per Kiki – Consegne a domicilio e Laputa – Castello nel cielo fino ad arrivare al film cui Myazaki, dopo una carriera cinquantennale, deve il proprio successo internazionale: La città incantata, film che nel 2001 gli valse l’Orso d’oro a Berlino, un premio Oscar e, di fatto, l'incoronazione come il Walt Disney giapponese.

Insomma, i presupposti per un’esperienza spettacolare nel mondo Ghibli ci sono tutte, non resta che attendere qualche anno per godercela fino in fondo!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV