Mouse roventi

Apre i battenti la International Church Of Cannabis

La International Church Of Cannabis aprirà i battenti il prossimo 20 aprile a Denver. Lanciata anche una campagna di autofinanziamento su Indiegogo.

FlopTV Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

L'interno della chiesa della Cannabis

Per qualcuno il prossimo 20 aprile sarà una data da ricordare. Infatti quella data segnerà a Denver la nascita della International Church Of Cannabis, la Chiesa Internazionale della Cannabis, la prima congregazione al mondo degli "Elevazionisti", ovvero il nome con cui amano definirsi tutti coloro che appartengono a questa filosofia.

La chiesa, come riporta lo statuto, si propone come

una casa per gli adulti di tutto il mondo che stanno cercando di creare la migliore versione di se stessi attraverso la pianta sacra.

Un portavoce della nuova congregazione ha spiegato che la nuova chiesa sarà luogo di dibattiti e confronti con personalità influenti come comici, artisti, musicisti e sceneggiatori.

Inoltre i due fondatori della chiesa, Steve BerkeLee Molloy, hanno specificato che la loro iniziativa non è per nulla una mera "copertura" per un cannabis club e nemmeno un paravento per azioni illegali. Infatti all'interno dell'edificio sarà proibito vendere in alcun modo marijuana. Berke specifica infatti che 

In primo luogo, si tratta di una chiesa della comunità. Ci sono voci che la nostra sede sarà una smoking lounge rasta o una discoteca. Non è così: sarà un luogo sicuro dove riunirsi e consumare.

A queste parole fanno eco anche le dichiarazioni della Molloy: 

L'Elevazionismo consiste nell'elevare la propria vita spirituale e la scoperta di sé attraverso il sacramento della cannabis. Sono cresciuta con un insegnamento religioso evangelico e pentecostale, con persone che cadono in trance sul pavimento. Se ciò è considerato una vera e propria religione, allora perché la nostra non dovrebbe esserlo?

Beh, messa in questi termini il discorso non fa una grinza. 

Sempre stando alle parole dei due fondatori, la nuova congregazione non si pone come una nuova religione, bensì come una sorta di "integrazione" di quelle già esistenti.

Cattolico Elevazionista non suona male, che dite?

La scelta della struttura che ospiterà la nuova Chiesa è ricaduta su un vecchio centro religioso usato negli anni passati da una congregazione luterana, che ne avevano dipinto le volte con motivi geometrici dal carattere decisamente psichedelico. Scelta obbligata quindi?

Purtroppo però questa vecchia struttura versa in cattive acque e avrebbe bisogno di una bella opera di ristrutturazione. Motivo per cui, i due fondatori hanno dato il via a una campagna su Indiegogo al fine di raccogliere fondi per la loro prossima sede.

Gli adepti mondiali di questa religione, che nel mondo può contare su milioni di seguaci inconsapevoli, potranno partecipare così al progetto con una donazione, diventando così un membro della chiesa e ricevendo il tesserino ufficiale.

La tessera di appartenenza della chiesa della cannabis

 Coloro invece che faranno donazioni più consistenti potranno aggiudicarsi anche queste simpatiche t-shirt.

Due modelli delle magliette ufficiali della chiesa della cannabis

 Steve Berke e Lee Molloy hanno anche specificato che la loro nuova chiesa non prevede nessun tipo di ordine gerarchico:

Siamo tutti preti e suore quando siamo elevati! 

Mi sa tanto che "elevati" è un nuovo neologismo per la parola "sballati".

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV