La nuda verità

Zia denuncia il nipotino per un abbraccio irruento di 4 anni prima

Nel 2011 il nipote di 8 anni le aveva rotto il polso con un abbraccio troppo convinto il giorno del suo compleanno, ora la zia gli fa causa per 127mila dollari.
Il nipote a 8 anni le rompe il polso e lei lo denuncia quattro anni dopo

I rapporti familiari a volte possono essere davvero complicati. Lo sa bene Sean Tarala, 12 anni, il quale si è visto far causa per 127mila dollari dall'adorata zia Jennifer a causa di un polso rotto con un abbraccio troppo intenso avvenuto nel 2011, proprio durante la festa per il suo ottavo compleanno.
Se questa storia già adesso ti sembra assolutamente ridicola aspetta, perché il bello deve ancora venire. 

La povera "vittima", zia Jennifer Connell, 54enne di New York, ha dichiarato in aula che l'incidente è stato causato dalla disattenzione e dalla sbadataggine di suo nipote e che un bambino di 8 anni ragionevole avrebbe dovuto capire che un abbraccio così energico poteva essere pericoloso.

Tralasciando per un momento il fatto che questa signora sia riuscita a usare "ragionevole" e "bambino di 8 anni" nella stessa frase, la stessa zia ha poi definito Sean "molto affettuoso" e "sensibile" nei suoi confronti. 

Donna newyorkese denuncia il nipotino per un polso rotto nel 2011
Jennifer Connell, la donna che ha denunciato il nipote di 12 anni per un polso rotto 4 anni prima

Il capolavoro però secondo noi è il racconto della terribile esperienza dell'incidente
A quanto dice la Connell, infatti, Sean stava giocando con la sua nuova bici quando l'ha vista, emozionandosi all'istante e cominciando a gridare "Zia Jen! Zia Jen!" per poi saltarle subito addosso.
Ricorda di averlo visto volare all'improvviso gridando "Zia Jen, ti voglio bene!" e di averlo dovuto prendere al volo. Roba terribile insomma, un vero incubo da Vietnam che nessuno augurerebbe nemmeno al suo peggior nemico.

A causa dello slancio di Sean però i due sarebbero finiti per terra e con l'impatto la zia si sarebbe rotta il polso. La Connell comunque avrebbe nascosto il dolore per non rovinare la festa al nipote, scoprendo solo in seguito di avere una vera e propria frattura. 

Zia Jennifer ha poi spiegato alla giuria in che modo l'incidente abbia influenzato la sua vita quotidiana, spiegando che vivere a Manhattan è una questione complicata visto quanto è affollata, e che recentemente a un party ha avuto difficoltà a tenere il piatto degli antipasti. Una tragedia indescrivibile.

Secondo noi il vero crimine è stato non dare a questa povera donna una medaglia al valore visto tutto quello che ha dovuto affrontare e sopportare. E tu cosa ne pensi?

 

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV