La nuda verità

Il 'vero' Death Note scatena il panico in una scuola degli Stati Uniti

Il Death Note di uno studente è stato ritrovato in una scuola negli Stati Uniti, con diciassette nomi con cause e momenti esatti della morte di ogni vittima designata.

Carmelo Traina Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Light Yagami, protagonista del manga e anime Death Note

Un Quaderno della Morte abbandonato per noia da un dio ed un ragazzo, Light Yagami, che trovandolo decide di sfruttarne il potere: far morire chi è segnato nella lista.

Death Note, il celebre manga di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata, pubblicato dalla Planet Manga, sembra essere di recente diventato realtà in una scuola del New Hampshire. Alla Nashua High School North è stato ritrovato un vero e proprio quaderno della morte contenente i nomi di ben diciassette studenti.

Accanto al nome di ogni vittima designata erano annotate anche causa e momento esatto della futura morte: un lavoro minuzioso e preciso, opera di uno degli studenti beccato durante le indagini interne svolte dall’istituto, che ha anche provveduto ad avvertire i genitori, alcuni addirittura già a conoscenza del fatto da parecchio tempo.

Quello della Nashua High School non è ovviamente il primo dei casi “Death Note”: già nel 2007 uno studente della Shelby County's East Middle School in Kentucky era stato espulso per essere stato trovato in possesso di una lista della morte, e ancora in Australia nel 2009 un ragazzino di terza media era stato scoperto ad annotare le morti di compagni e professori.

A quest’ultimo caso era anche seguito un intervento del Daily Telegraph, che aveva sottolineato l’aumento importante dei disagi mentali nelle scuole, portando l’attenzione anche sulla tipologia di manga distribuiti ai giovani delle varie età.

Insomma, nonostante la questione sembri piuttosto leggera, il consiglio è di prestare seriamente attenzione al proprio compagno di banco: oggi come oggi potresti ritrovarti segnato nella sua lista della morte anche solo per avergli rubato la matita.

Fonte: SN1

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV