La nuda verità

Tenta di raggiungere Bermuda in una palla gonfiabile. Fallisce.

La Guardia Costiera americana ha dovuto salvare un uomo che, per qualche motivo, voleva raggiungere Bermuda dalla costa della Florida. In una palla gonfiabile gigante.

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Palla gonfiabile in cui un uomo tentava di raggiungere le Bermuda

La Guardia Costiera statunitense ha dovuto effettuare un salvataggio di emergenza lo scorso sabato, per trarre in salvo un uomo in una palla gonfiabile gigante al largo delle coste della Florida. Il genio di turno si chiama Reza Baluchi ed è famoso per imprese di questo tipo, al limite dell'estremo.

Questa volta però è stato troppo anche per lui, nonostante la Hydro Pod di sua invenzione. Ovvero la palla gigante - o ruota per criceti oversize - che avrebbe dovuto permettergli la traversata del triangolo delle Bermude in solitaria.

GUARDA ANCHE: Ben McMahon: dopo il coma parla fluentemente cinese mandarino

Ad ogni modo la Guardia Costiera americana aveva ricevuto le prime notizie su un uomo al largo delle coste di Miami che, in stato confusionale, chiedeva indicazioni per Bermuda. Già ce lo immaginiamo che fermava le barche: "Scusi, per Bermuda?".
Poi l'hanno recuperato ancora all'interno della sua palla gigante con l'unica compagnia di barrette di proteine, un GPS e un telefono satellitare.

La bolla gigante gonfiabile in cui è stato trovato Reza Baluchi

Gli ufficiali gli hanno consigliato di abbandonare l'impresa ma lui non ne ha voluto sapere. Poco dopo, a 70 miglia marine da St. Augustine, l'hanno dovuto recuperare perché esausto.

Ora, il suo fine non era così disprezzabile: Baluchi, infatti, intendeva sostenere anche la pace nel mondo. Sì, correndo come un criceto in una ruota di plastica trasparente sulle acque dell'Atlantico.
Per questo bisogna mostrarlgli un minimo di rispetto.

Leggendo tutto lo studio e l'allenamento dietro all'impresa, infatti, sembrava che l'uomo potesse davvero farcela. E invece no.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV