La nuda verità

Quattro persone con un biglietto di sola andata per Marte: la missione Mars One continua

Sono 100 i candidati al viaggio di sola andata verso Marte che rientrano nel reality show Mars One, fra essi anche un italiano. Chi arriverà fra i quattro astronauti che moriranno sul Pianeta Rosso?

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Continua spedito il progetto Mars One, ovvero la missione futuristica che si propone di spedire quattro "fortunati" su Marte con un biglietto di sola andata.
Praticamente la vittoria implicherà anche la morte dei prescelti.

Nonostante il pericolo, però, i sognatori che intendono diventare pionieri spaziali sono tantissimi: le candidature sono state più di 200mila. Ora si è passati alla fase successiva del progetto messo in piedi dall'organizzazione Mars One, fase che ha ridotto i candidati da centinaia di migliaia a solo 100, metà uomini e metà donne.
Tra i 100 selezionati c'è anche l'italiano Pietro Aliprandi, 25enne triestino studente di medicina col pallino per l'astronomia.

L'idea è quella di inviare sul Pianeta Rosso quattro persone che dovranno costruire la prima colonia umana sull'inospitale superficie marziana. Gli astronauti lavoreranno per coltivarsi il cibo, costruiranno i moduli abitativi, vivranno fianco a fianco (e magari si innamoreranno) fino a morire su Marte. Il tutto sotto la costante vigilanza delle telecamere che, 24 ore su 24, invieranno le immagini alla Terra e alle TV.

Un reality show così sarebbe davvero un pietra miliare nella storia dell'umanità e, da un altro punto di vista, nella storia della televisione. Anche per il costo totale della missione, che si aggira intorno ai 6 miliardi di dollari.
Fin ora la cifra non è stata minimamente raggiunta, tuttavia i diritti televisivi dovrebbero coprire i costi.

Il primo lancio è previsto per il 2024, ovvero qualche anno prima dello sbarco previsto dalla NASA su Marte. Ora, però, è il momento di sottoporre i 100 prescelti al durissimo training che li metterà alla prova per l'ipotetico futuro spaziale.
Non sarà solo stressante per il fisico ma anche e soprattutto per la mente: i quattro, infatti, dovranno lavorare in team e spalleggiarsi a vicenda. Non ci sono alternative.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV