La nuda verità

Oggi è la Festa Nazionale del Gatto: tanti auguri al tuo amico felino!

Il 17 febbraio, i gattofili d'Italia possono festeggiare insieme l'amore per i propri compagni a quattro zampe. Ma com'è nata la Festa Nazionale del Gatto? Scoprilo subito.

FlopTV Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Gattini che si coccolano

17 febbraio: Festa Nazionale del Gatto!

Un augurio a te e al tuo amico felino, che in questo momento sarete corsi a coccolarvi. (Come se vi servisse una scusa per farlo!)

La Festa Nazionale del gatto è nata nel 1990, grazie a un referendum proposto dalla giornalista (e gattofila) Claudia Angeletti.

Un gattino nel prato

Ma perché i lettori interpellati dalla rivista Tuttogatto hanno scelta proprio questa data? Le ragioni sono tante.

A Febbraio ricade il segno zodiacale dell'Acquario, associato con gli spiriti liberi - e quindi anche con i nostri compagni felini.

Il secondo mese dell'anno è anche il mese che più spesso viene ricondotto alle streghe e alla magia. I gatti quindi non potevano proprio sottrarsi dal fare un'apparizione anche qui.

Gatto nero a testa in giù

Ok. Il mese l'abbiamo giustificato. Ma la data?

Secondo la tradizione, il 17 è ritenuto portatore di sventura: un po' come è accaduto coi gatti, specie quelli neri. Riappropriarsene quindi è un modo per riscattare la loro reputazione.

Il diciassette, poi, si può anche scrivere in numeri romani (XVII), che come forse saprai si anagramma VIXI, "ho vissuto". Ma il gatto sovverte anche questa credenza e per lui il 17 diventa "1 vita per 7 volte", in segno di buon augurio.

Lil'Bub col suo padroneLil'Bub

Insomma: giustificazioni o meno, oggi è la giornata giusta per esprimere tutto il tuo amore per i gattini!

Che cos'hai in programma?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV