La nuda verità

Litiga coi genitori, scappa di casa e vive per 6 giorni all'IKEA

Il piccolo Peng Yijian ha litigato con la madre ed è scappato di casa. Dove si è rifugiato? All'IKEA, dove è vissuto per ben sei giorni grazie alle camere da letto in esposizione. Sopravvivenza urbana al suo meglio!
Immagine di un negozio IKEA cinese

Quando si è giovani spesso si litiga coi genitori, è normale. È questo ciò che è successo al 12enne cinese Peng Yijian, anche se la sua storia si è sviluppata in un modo piuttosto inconsueto.

Tutto è cominciato il 3 novembre scorso quando, dopo un litigio con la madre, il ragazzo ha deciso di scappare di casa e di far perdere le sue tracce a Shanghai. Il motivo del diverbio? Non aveva fatto i compiti di matematica e questo aveva fatto arrabbiare la madre.
A quel punto il piccolo non si trovava più e le ricerche sono durate per quasi una settimana, riporta lo Shanghai Daily.

LEGGI ANCHE: Pagare per farsi dare un calcio nel sedere? Solo in Giappone...

Con solo 1,5 yuan in tasca, il bambino ha vagato per la città per sei giorni, cibandosi con gli assaggini di cibo nei supermarket e passando un sacco di tempo all'IKEA del posto.
Dove ha anche dormito, probabilmente nelle camere da letto in esposizione.

Il bambino cinese fuggito all'IKEA

Ed è proprio lì che i poliziotti l'hanno localizzato, grazie ai video girati dalle telecamere di sicurezza del negozio. A quel punto hanno concentrato le ricerche nell'esposizione svedese e, dopo 40 minuti, hanno trovato il bambino in fuga.
Dopo tutto la madre aveva indicato proprio IKEA come probabile rifugio del fuggiasco.

È proprio vero: IKEA trasmette il senso di casa.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV