La nuda verità

Jesus in Turin: Gesù a zonzo per Torino finisce in questura

Un giovane disoccupato di Torino si è vestito da Gesù ed è andato a zonzo per la città, elargendo abbracci, sorrisi e speranza. Risultato: dieci giorni di "evangelizzazione" e cinque arresti.

FlopTV Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il ragazzo che ha impersonato Gesù a Torino

A Torino è arrivato Gesù ma le forze di polizia non l'hanno accolto proprio benissimo. Ovviamente non stiamo parlando del vero Messia ma di un "imitatore" un po' speciale.

A impersonare Gesù, infatti, è stato un ragazzo rimasto senza lavoro che ha deciso di vestire i panni del Figlio di Dio, girando per Torino con il solo scopo di elargire abbracci, sorrisi e parole di speranza.
Per dirla tutta il giovane porta con sé anche una borsa con su scritto "Jesus Crowdfunding" dove raccoglie le offerte dei passanti per...qualcosa che non riusciamo ad immaginare.

Il novello Gesù lo fa per racimolare qualche soldo in cambio di una foto o ha deciso di provocare la società? Non lo sappiamo ma puoi seguire le sue avventure sulla sua pagina Facebook ufficiale, dalla quale il nostro nuovo eroe informa di aver dei guai con la giustizia.

La polizia ferma il ragazzo che impersona Gesù a Torino

La polizia, infatti, lo avrebbe fermato ben cinque volte in soli dieci giorni di "predicazione". Le forze dell'ordine non l'hanno presa bene, ecco una conversazione tipo così come Jesus l'ha scritta su Facebook:

"Ma quale legge sto violando?
"Quella del buon senso."
"Ma non c'è buon senso in tutto ciò. Se vuoi posso abbracciarti"
"Se vuoi ti porto in questura."
"Va bene."

 

Che ne pensi di questo nuovo Messia torinese? Lasciaci un commento qui sotto!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV