La nuda verità

Galactic Cap, il micro-preservativo cerca finanziatori

Un inventore americano ha creato Galactic Cap, un micro-preservativo che copre solo la punta del pene e promette una rivoluzione nel settore. E cerca fondi...

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Coppia che amoreggia

Potrebbe essere una rivoluzione nella storia dei contraccettivi e si chiama Galactic Cap o G Cap. Si tratta di un nuovo tipo di preservativo creato dall'americano Charles Powell che promette sensazioni mai provate prima e un'affidabilità molto superiore ai classici condom in lattice.
Secondo l'inventore si tratta del primo vero passo in avanti del settore in 400 anni. 

Di certo è radicalmente diverso dai classici preservativi. Galaxy Cap funziona fissandosi solo sulla punta del pene, lasciando esposto il corpo del membro.

galatic cap parti

Ma quali sono i benefici del G Cap secondo Powell? Sono tre: è facile da usare, sicuro e offre un maggior appagamento sessuale.
Questo perché, come detto, lascia esposte le zone sensibili dell'organo.

Per quanto riguarda G Cap come anticoncezionale, pare sia capace di espandersi per intrappolare il seme al suo interno. E lo farebbe con una certa affidabilità.

In sé il micro-preservativo è composto da due parti: una adesiva che si applica al pene anche giorni prima dell'atto sessuale e una parte che va applicata prima della penetrazione. Quest'ultima aderirebbe perfettamente al "nastro" adesivo e sarebbe più resistente e spessa di un comune condom.

L'invenzione di Powell è ingegnosa, certo, ma lascia spazio ad alcune domande. Nel caso di persone che hanno parecchi rapporti occasionali, come si comporta il Galactic Cap con le malattie trasferibili sessualmente?
Male, sostengono alcuni medici, visto che il pene è scoperto.

Da un altro punto di vista sarebbe più comodo e meno invasivo per chi ha una relazione stabile e a lungo termine.

Galactic Cap non è ancora in commercio: l'invenzione è in cerca di fondi su Indiegogo, dove cerca di racimolare 100mila dollari, per cominciare la produzione.
Volete contribuire?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV