La nuda verità

Dildo all'università per protestare contro le armi da fuoco in Texas!

Una studentessa texana lancia un'originale protesta contro la nuova legge sulle armi da fuoco e invita tutti ad andare in giro con un dildo attaccato allo zaino.
No alle armi da fuoco nelle università, gli studenti esibiscono dildo per protesta

Sono tante le proteste contro le armi da fuoco sorte in seguito alle sparatorie nelle università americane, ma questa sarà sicuramente ricordata come una tra le più bizzarre.

Jessica Jin, studentessa della University of Texas di Austin, ha infatti organizzato un evento nel quale invita tutti gli studenti e chiunque abbia a cuore la sua causa ad andare in giro per il campus il prossimo 24 agosto con un grosso dildo appeso allo zaino.
Lo scopo della protesta è di manifestare il dissenso degli studenti nei confronti della nuova legge che entrerà in vigore proprio da agosto 2016 e che permetterà a chiunque di portare con sé una pistola nascosta in gran parte degli edifici del campus, a eccezione di alcune zone vietate e sempre libere dalle armi. 

Dildo al posto delle pistole in una pubblicità progresso
Dildo contro le pistole: una pubblicità progresso recente già suggeriva l'idea!

L'obiettivo di questa nuova legge, firmata dal governatore Greg Abbott lo scorso giugno, sarebbe quello di garantire agli studenti la possibilità di difendersi in caso di attacco, ma Jessica e i suoi compagni non ci stanno, affermando che il provvedimento aumenterà ulteriormente il rischio di tragedie.

"Tu porterai una pistola in classe? Be', io porterò un GROSSO DILDO" ha scritto la ragazza nella descrizione dell'evento su Facebook.

La cosa più assurda di tutta la faccenda è che gli studenti che aderiranno alla protesta e che se ne andranno in giro con un pene finto che penzola dalla borsa rischieranno di essere puniti per atti osceni secondo le regole del codice penale del Texas e dell'università, mentre portare una pistola in borsa sarà del tutto normale.

Chissà se l'evento si terrà davvero e come si evolverà la vicenda, quello di cui siamo sicuri è che tutti i proprietari di sexy shop della zona staranno già facendo i salti di gioia.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV