La nuda verità

Il concerto ha fatto schifo? La Finlandia ti rimborsa il biglietto

Le orrende performance si pagano - specie in Finlandia, dove il pubblico può chiedere il rimborso del biglietto per le esibizioni che non hanno rispettato le sue aspettative.

FlopTV Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Un concerto

La Finlandia prende la musica dannatamente sul serio.

Dopo aver trasformato il metal in un vero corso universitario, questa magica terra ha esaudito un nuovo desiderio. Se il concerto ha fatto schifo, tu ottieni il rimborso del biglietto.

Il merito va tutto a Chuck Berry e a una delle sue peggiori performance di sempre. A quanto pare, nel lontano 2013 il chitarrista non era proprio in gran forma e ha fatto subire ai fan le conseguenze del suo cattivo stato di salute.

Ora, grazie alla sua performance "molto al di sotto degli standard che ci si aspetta" è stato concesso un rimborso del 50% del vecchio biglietto. 

Tu chiamala pure bizzarria, se vuoi: ma questo è un precedente legale che spalancherà le porte a un nuovo modo di vivere la musica.

Ovviamente, la Finlandia terrà d'occhio i furbetti. Chiedere un rimborso tanto perché solo a te il concerto a fatto schifo non funzionerà. Verranno prese in considerazione solo quei casi dove la performance è stata ritenuta un flop dal mondo intero.

E scordati che alcool e droghe varie ti siano d'aiuto. Se la tua band preferita è conosciuta per le sue apparizioni in stati alterati, questo giocherà a tuo sfavore perché non potevi comunque aspettarti una performance coi fiocchi.

Insomma: tutto sarà proporzionale all'inaccettabilità dell'esibizione. Quindi, per una volta, forse ci converrà partire tutti con delle aspettative molto alte: in ogni caso non potremo rimanere delusi dal risultato finale.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV