Il meglio del peggio

Sospetto caso di omonimia, Peppa Pig citata per danni in Italia

Una donna italiana, Gabriella Capra, viene derisa per l'omonimia con un personaggio di Peppa Pig e fa causa alla produzione del cartone animato. Ma c'è puzza di bufala.

FlopTV Autore:

Pubblicato:

Peppa Pig triste

Vedremo presto Peppa Pig sul banco degli imputati in Italia? Sembra di sì, se la notizia di cui ti stiamo per parlare è vera.

Sembra infatti che una signora italiana, tale Gabriella Capra, abbia citato in giudizio la casa produttrice del celebre cartone animato per bambini. Alla Astley, infatti, la signora Gabriella avrebbe chiesto 100mila euro per danni da omonimia.
Sì, perché in Peppa Pig è stato introdotto un personaggio che si chiama proprio Gabriella Capra e la signora da quel momento avrebbe dovuto sopportare una pesante derisione da parte di amici e conoscenti.

La notizia, riportata dalla Fondazione Nazionale Consumatori, rivela che l'omonimia starebbe causando non pochi problemi alla signora Gabriella. Per questo la donna avrebbe deciso di tutelarsi in sede civile.

GUARDA ANCHE: La risposta del TG4 alle critiche dopo il servizio sulla sonda Rosetta

Se la causa verrà vinta e Gabriella Capra riceverà i 100mila euro richiesti, l'intera somma sarà devoluta in beneficenza.

La storia, abbastanza inverosimile, ha attirato subito l'attenzione di chi smaschera bufale. In effetti la vicenda puzza di fake lontano un miglio.
Pare che dietro ci sia un'agenzia stampa specializzata in porcherie, scusa per il gioco di parole.

Sì, perchè dietro alla sedicente Fondazione Nazionale Consumatori ci sarebbe Agitalia, un'agenzia specializzata in comunicati falsi che è costretta a cambiare nome per le sue "attività".
E il bello è che testate italiane autorevoli hanno pubblicato tutte la notizia come vera.

Qui siamo su FlopTV, pensiamo che si possa dire tutto di noi ma non che siamo seri. Giusto?
A noi la storia fa comunque molto ridere: vai Gabriella!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV