Il Gambero Grosso

Unti e Bisunti 2 in Val di Non, Chef Rubio perde sugli gnocchetti

Puntata nordica questa di Unti e Bisunti 2 in Val di Non, con Chef Rubio battuto su un piatto montanaro davvero tosto: gnocchetti di mais con mortandela e fonduta di casolet.

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Chef Rubio con una mela

Dopo la frizzante puntata romana Unti e Bisunti 2 è tornato nel profondo nord, toccando la splendida Val di Non con le sue mele e i piatti sostanziosi tipici della montagna. Nel suo viaggio fra le delizie locali Chef Rubio ha toccato diverse località della valle, arrivando a scegliere un piatto sfida tanto succulento quanto ostico da preparare.
Infatti lo chef tatuato ha subìto un'altra sconfitta: gli gnocchetti di mais con mortandela e fonduta di casolet erano troppo anche per lui.

LEGGI ANCHE: Unti e Bisunti 2, Rubio vince contro l'India "de Roma"

La puntata di Unti e Bisunti 2 in Val di Non è partita da Segno di Taio, dove chef Rubio ha visitato un impianto di raccolta di mele, il frutto che caratterizza l'intera valle. Una breve introduzione della località e l'auto mimetica del cuoco ha cominciato la sua ricerca di potenziali piatti sfida.

A Sporminore il cuoco più tatuato della tv ha affondato i denti nello smacafam, ovvero "prendi a pugni la fame". Si tratta di una specie di torta salata pesantissima, con farina di grano saraceno, latte, uova e luganega. Insomma, uno scherzetto per Rubio e il suo stomaco di amianto.
Buona, ma ci voleva di più.

E allora i due fratelli titolari della taverna di Sporminore hanno sfoderato una minestra d'orzo con piedino di maiale davvero da urlo. Una roba untissima in cui Rubio ha affondato le fauci così:

Rubio addenta un piedino di maiale

Tanta roba davvero: una ricetta che solo Rubio poteva sostenere in questo modo. I fratelli luganega sono i primi possibili sfidanti.

Successivamente si è passati alla confraternita del tortel di patate. Sì, avete capito bene, c'è una confraternita che conserva la tradizione di questa untissima ricetta trentina che si prepara con una pastella di patate grattugiate e sale.
Poi finisce tutto nell'olio bollente, ovviamente.

Chef Rubio è stato "battezzato" con il protagonista del piatto, ovvero la patata cruda grattugiata. Questo solo dopo aver gustato un bel tortel appena fatto.

Rubio iniziato alla confraternita del tortel di patate

Oh, questi ci credono davvero eh! Forse il tutto è stato un po' esagerato per la tv però la La Confraternita della torta e del tortel de patate esiste davvero.

Dopo il momento "mistico" chef Rubio si è spostato a Malgolo, dove è venuto a contatto con la tradizione locale a livello di salumi. Davanti a tre macellai "veraci", il cuoco si è pappato fette di lugiangia (luganega) e mortandella di fegato, un mix di carne e interiora affumicata e stagionata.

Chef Rubio con i macellai della Val di Non

Anche qui il cuoco ha fatto il pieno e i tre macellai sono entrati nella lista dei possibili sfidanti.

Il terzo contendente, poi, è stato scovato presso il ristorante Nerina di Malgolo. La famiglia Di Nuzzo - ribattezzati "Di Nuzzonbaum" per la loro somiglianza - ha sfoderato tutta la sua sapienza in fatto di piatti della Val di Non.
A colpi di polenta fritta, crauti, gnocchetti di mais e fonduta Rubio ha trovato pane per i suoi denti.

I "Di Nuzzonbaum" sono stati scelti non ha caso: gli gnocchetti di mais con mortandela e fonduta di casolet erano un piatto perfetto per Rubio, sia come pesantezza che come gusto.

Chef Rubio si gusta gli gnocchi di mais

Poteva esserci un piatto sfida migliore di questo? Ovviamente no.

Prima dello scontro però non si poteva non omaggiare la mela, vera principessa della Val di Non. E per questo il cuoco è entrato nella cucina dell'eccentrica signora Luciana, dove abbiamo assistito alla preparazione di frittelle di mele, torta di mele e lo Strudel.
Davvero spassoso questo momento, con un Rubio un po' in difficoltà contro la parlantina della signora. Che ha dimostrato anche di avere una discreta bocca, sfidandolo a "mozzichi" sullo Strudel!

Dopo aver scelto la giuria, un gruppo di boscaioli (borari) del luogo, Rubio ha continuato verso la signora Mirella - detta "Mirellona" - di Rumo.
Al cospetto di questa energica cuoca di montagna il cuoco si è pappato le amblét (omelette) ripiene con asparagi selvatici e gnocchetti con costine di maiale.
Ancora, la sagra della pesantezza e dell'acquolina allo stesso tempo.

La signora Mirella di Rumo

Tutti ottimi sfidanti, sulla carta, ma alla fine l'olio del tortel di patate ha deciso il nome degli antagonisti di Rubio: i temibili "Di Nuzzonbaum" con i loro gnocchetti di mais con mortandela e fonduta di casolet.

La spesa il cuoco l'ha fatta poi nelle fattorie locali e dai macellai di prima: per il casolet Rubio ha dovuto persino mungere una mucca, con risultati rivedibili.
Dal "meccanico", poi, lo chef si è macinato da solo la sua farina di mais, utilizzando un mulino a motore degli anni '30.

La sfida, con lo splendido panorama delle Alpi sullo sfondo, ha visto il solito copione: vestizione di Rubio, scambio di freddure con gli sfidanti e qualche consiglio per cucinare polenta e fonduta.

Sfida fra Chef Rubio e i Di Nuzzo della Val di Non

L'esercito di taglialegna ha poi assalito gli gnocchetti di mais con mortandela e fonduta di casolet delle due cucine. Il verdetto è stato piuttosto scontato: vincono i Di Nuzzo e chef Rubio ha dovuto eseguire la punizione dei borari, ovvero far finta di lavorare un tronco con martello e scalpello.
Ma il cuoco se la cava meglio con la schiumarola, diciamocelo.

LEGGI ANCHE: Unti e Bisunti 2, Chef Rubio vince anche in Sud Tirolo

Questa puntata di Unti e Bisunti 2 in Val di Non ha dato risalto ad una zona splendida del Trentino, anche se il ritmo era un po' fiacco. La gente di montagna, seppur capace di piatti deliziosi, non è così frizzante come quella delle città, soprattutto del sud.
Personalmente ho trovato un po' meno divertenti gli episodi del programma ambientati nell'estremo nord, anche se a livello culinario tutto Unti e Bisunti 2 ha svolto bene il suo compito di ambasciatore del cibo "popolare" in TV.

L'appuntamento è, come sempre, lunedì prossimo alle 22.00 su DMAX per la prossima avventura di sua Untuosità chef Rubio. E preparate un digestivo.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV