Il Gambero Grosso

La pizza, patrimonio dell'umanità! Il grido rimbalza sui social

Un progetto per rendere la pizza patrimonio dell'umanità. Lo vogliono i 200mila che hanno firmato la petizione, e forse lo vuoi un po' anche tu. Ecco il movimento #pizzaunesco.

FlopTV Autore:

Pubblicato:

La pizza italiana e i suoi ingredienti

La pizza come patrimonio dell'umanità: l'annuncio ufficiale potrebbe essere vicino.

La richiesta per farlo realizzare è da poco nelle mani della Commissione italiana dell'Unesco. A supportarla ci sono più di 200mila firme, tra cui quelle raccolte attraverso la petizione online lanciata il settembre scorso da Alfonso Pecoraro Scanio.

Gli italiani (e non solo) hanno accolto con gioia l'idea anche sui canali social, manifestando il loro supporto con l'hashtag #pizzaunesco. Tra di loro ci sono anche i nomi di alcuni politici e quelli di diversi VIP: ai ministri delle Politiche Agricole e dell'Istruzione, si affiancano Luciana Litizzetto, Ilary Blasy, Renzo Arbore e altri ancora.

La pizza, insomma, ha messo un po' d'accordo tutti. Ma la lotta non è ancora finita.

La petizione su change.org che vuole rendere l'arte della pizza italiana patrimonio dell'umanità

Come spiegato nella pagina della petizione, l'obiettivo finale è quello di proteggere la pizza e l'economia ad essa legata. Bisogna mettere fine alla falsificazione dei prodotti alimentari Made in Italy.
È guerra, quindi, alle materie prime importate dall'estero, che non hanno certo il gusto e la fragranza di quelli nostrani.

Nel febbraio 2010, la pizza napoletana è riuscita a farsi riconoscere come Specialità tradizionale garantita dall'Unione Europea. Ma questo non è solo che il primo passo. Adesso è arrivato il momento che l'arte della pizza venga inserita nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'umanità.

La raccolta firme continua ed è pronta ad accogliere il sostegno degli amanti della gastronomia. Ci sei anche tu tra di loro?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV