Davide Di Porno in Mucchio Selvaggio 2

FlopTV ha creato un mostro mediatico meglio conosciuto come Davide Di Porno che, da ragazzo di borgata, si è trasformato in attore hard per Mucchio Selvaggio 2, diretto da Matteo Swaitz.

Autore:

Pubblicato:

Dopo la palestra, l'isola e la tv... Davide Di Porto si è messo a nudo con FlopTV e, nel film di Matteo Swaitz, recita come attore porno.

Il film del regista romano non è ancora uscito, ma con il backstage di una delle scene che vede protagonista l’appalestrato, ovvero Davide Di Porto nel Mondo del Porno, ne si può assaggiare il sapore alternativo, surreale, ironico (solo per maggiorenni!).

Mucchio Selvaggio 2 (il seguito del primo - Mucchio Selvaggio 1 - del quale si è molto parlato su testate come XL e Rolling Stones...) sarà un film di fantapolitica, apocalittico, porno, dove Davide interpreta il capo di una tribù fuggita dalla città e dal controllo sociale.

Una setta che rifiuta ogni tecnologia per una vita rustica, primitiva. Nella sua tribù sono banditi i carboidrati e obbligatori gli addominali d'acciaio. Da bravo guru - il protagonista di In forma con Davide - sfrutta il suo carisma per portarsi nella tana giovani iniziande come la pornostar Evita Pozzi… che proprio alle prime armi non è!

Matteo Swaitz, che per FlopTV ha diretto anche Centocelle Ink, ci ha raccontato che Davide in versione attore hard è andato come un treno. "Spesso i debuttanti alle prime armi partono tutti gasati poi la professionalità della situazione spegne il fuoco e sono pianti", ci ha confessato. Nel caso di Davide Di Porto, l’ossessione per le femmine, sincera e superiore a ogni imbarazzo possibile, gli ha permesso di esprimersi al meglio sia fisicamente che verbalmente. Per rendere l’idea bisogna citare almeno un paio delle frasi “romantiche” che l’impavido ha recitato a braccio rivolgendosi alla sua partner di scena.

"Cerca a fa un lavoro fatto bene!" oppure "Guarda che bicipiti, tu marito ce l'ha du bicipiti così?". Per non avere altro che un canovaccio - lasciato libero di spaziare rimanendo nel tema della tribù di anarco-primitivi che si frappongono alla classe dirigente di techno-burocrati (che lui ha subito identificato con i pariolini) - il risultato neo-linguistico è riconoscibile come il citatissimo “Sdighete sdaghete”.

Ma torniamo ai racconti di Matteo Swaitz che con le sue telecamere è entrato davvero dentro al personaggio. Secondo lui la scena più riuscita è stata quella in cui Davide arringa i suoi discepoli in un discorso epico. Nel Parco degli acquedotti, a Roma, dove è stata girata, Davide si è proprio lasciato andare con gli adepti che urlavano come pazzi pronti a seguirlo in capo al mondo. Nel discorso chiama il suo "popolo dei primitivi" a insorgere contro i "pariolini" mosci e gonfi di carboidrati. I pariolini con i loro smartphone sono responsabili della decadenza dei costumi e porteranno il mondo alla rovina.

Un profeta? Forse no, ma sicuramente Davide ha una dote: l’interpretazione. Ci crede, ne è convinto, si piace e questo lo aiuta a crescere professionalmente. Malgrado le sue scelte non siano state accettate col sorriso dalla “convivente”, anche detta “madre dei suoi figli”, Davide Di Porto continua a investire su questa carriera. Chissà se la Showtime di Silvio Bandinelli - produttore e distributore del film Mucchio Selvaggio 2 – manterrà alta la qualità dei suoi film con il contributo di questo stallone nostrano.


 

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #Davide Di Porto

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV